Clivio degli Ulivi Societa' Agricola a.r.l.
di Laura Maria Berti

 

STORIA
Laura Maria Berti è subentrata nel 2001 alla precedente proprietà, procedendo ad una profonda riqualificazione dell’azienda – che conta 15 ettari di superficie coltivata complessiva- accentuandone progressivamente la caratteristica di uliveto specializzato destinato a produzioni selezionate.

L’uliveto preesistente, costituito prevalentemente da cultivar leccino e frantoio, insiste su poco meno di 6 ettari, occupati da 1.500 piante a vaso cespugliato. Esso è stato dotato di impianto irriguo di soccorso ed indirizzato, con amorevole tenacia e la preziosa assistenza del dott. Claudio Cantini, ricercatore presso l’Istituto sulla Propagazione delle Specie Legnose del Consiglio Nazionale delle ricerche e responsabile dell’azienda agraria sperimentale C.N.R. di Follonica, alla produzione di due monocultivar che costituiscono l’attuale selezione aziendale e di un blended – Le Radici, l’espressione più tradizionale dell’Olio Toscano.
Nel corso del 2004 l’Azienda ha messo a dimora ulteriori 1.100 piante dotate di impianto irriguo, suddivise nelle tipiche cultivar toscane: 700 piante di frantoio e 400 piante di leccino, che andranno pienamente in produzione solo nel 2008.
Il database impostato dall’Azienda consente non solo la tracciabilità del prodotto finale rispetto alle piante di origine, ma anche il monitoraggio della loro produttività, come anche la valutazione dell’evoluzione dei riferimenti organolettici del prodotto finale rispetto alle variabili di gestione.

Nella campagna olearia in corso, l’azienda ha raccolto 110 q.li di olive per una produzione di olio extravergine che è stata di 1600 litri.
Solo la parte specificatamente selezionata di questo raccolto – tutto rigorosamente brucato a mano dalla pianta in epoca precoce e la cui frangitura con metodo continuo avviene nelle 12 ore dalla raccolta medesima – è destinata all’imbottigliamento, che viene effettuato dopo la filtrazione con conservazione del prodotto sotto gas inerte.

La naturale evoluzione dell’Azienda non può non contemplare la realizzazione di un frantoio con il quale porre sotto controllo e sperimentazione anche la fase di trasformazione finale del prodotto.

NOVITA' DELL'ULTIMO ANNO

  • Nel corso del 2007 l’Azienda Agricola Clivio degli Ulivi ha aderito al programma Food for Life ideato dalla Comunità di S. Egidio che lega vino olio prodotti di alta qualita’ alla speranza di salvezza di un grande continente come l’Africa.
    L’iniziativa è finalizzata a sostenere il progetto Dream che dal 2002 si occupa della pandemia da HIV nel continente africano dove risiedono il 60% dei malati e degli infetti di tutto il mondo.
    Il progetto Dream ha inoltre particolare attenzione per le donne in gravidanza e la coppia madre-figlio: è la scelta per il futuro all’Africa.
    Chiunque acquisti nei ristoranti o nelle enoteche una bottiglia dei nostri olii saprà che mezzo euro è stato versato alla Comunità di S. Egidio.
    Desideriamo così contribuire innanzitutto al progetto e coltiviamo ( anche questo…) la speranza che un mondo piu’ giusto sia anche piu’ buono.



  • I recenti cambiamenti climatici hanno imposto all’azienda una riflessione ed una assunzione di responsabilità che ha determinato la scelta di sperimentare nuove tecniche per il risparmio energetico ed idrico.



  • Prosegue la sperimentazione sul ciclo di lavorazione delle olive per verificare da un punto di vista delle risultanze chimiche ed organolettiche, l’influenza della velocità del frangitore, della temperatura e dei tempi di gramolazione, dell’apporto o meno di acqua, sull’olio ottenuto .



  • Prosegue l’azione didattica rivolta alle scolaresche allo scopo di riannodare antiche trame con la terra ed educare, seppur in forma giocosa, futuri consumatori consapevoli ed esigenti.



PROGETTI
Sono previsti, a partire dal 2008:

  1. corsi di olivicoltura e potatura aperti a tutti coloro che vogliano acquisire ulteriore professionalità;
  2. la costruzione di centro aziendale comprensivo di un frantoio, di una serra come spazio polifunzionale (esposizione-degustazione);
  3. la prosecuzione dell’azione di sensibilizzazione nei confronti di scolaresche – come già ospitate a partire dal 2006
  4. la produzione di vini DOC bianco (grechetto e trebbiano) e rosso (sangiovese e ciliegiolo);



Copyright © Clivio degli ulivi 2007